Vitello all’antica maniera | EGG MILANO by Francesca Menicatti
Se non vuoi imparare a cucinare, o hai altro da fare, ma vuoi comunque dilettare il tuo palato, vengo a casa tua, preparo tutto io, con o senza il tuo aiuto!
EGG MILANO, Egg Milano Francesca Menicatti Maglia, Francesca Menicatti Maglia, qualità, servizi catering milano, chef at home milano, cuoca milano, piatti innovativi milano, piatti semplici e pronti milano, piatti della tradizione, piatti a domicilio, feste a domicilio, decorazione delle tavole, lo stile italiano a tavola, italian food, food blogger, home suggestions, food decor, cucina italiana a casa mia, mise en place, Milano
16488
single,single-post,postid-16488,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_popup_menu_text_scaledown,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Vitello all’antica maniera

36885E65-8BD0-4579-B3DD-FE8D1ACA3485

10 Set Vitello all’antica maniera

Una grande ricetta della tradizione piemontese!

Ingredienti: 500 gr di magatello di vitello, 250 gr di tonno,  2 spicchi di aglio, 40 gr di acciughe,  30 gr di capperi,  25 di olio  evo,  80 gr di vino bianco, 150 gr di latte,   1 bicchierino di Marsala, 6 uova sode.

Preparazione: legare bene il magatello, mettere il sale e il pepe sul tagliere e rotolarvi bene la carne così da insaporirla tutta.

Mettere la carne in una casseruola che possa poi essere messa in forno. Rosolare dolcemente la carne con olio e lo spicchio di aglio, aggiungere il tonno, le acciughe, e i capperi precedentemente dissalati. Cuocere   bene per circa 7’/8 minuti ( il tonno deve fare una crosticina marroncina propria della rosolatura).

Bagnare con vino bianco e sfumare bene quindi aggiungere il latte.

Infornare a 180 gradi per circa 7/8 minuti. Girare l’arrosto e cuocere per altri 7/8 minuti. La carne deve essere rosata al cuore circa 75/80 gradi con la sonda.

Tirate fuori dal forno slegate il magatello e abbattete in positivo se no raffreddate bene prima di procedere al taglio  meglio se con l’affettatrice  se no con coltello molto affilato!

Togliete dal fondo di cottura l’aglio mettete tutto (comprese  le uova sode) in un boccale che contenga il minipimer e frullate  lungamente aggiungendo poco olio a filo, e  aggiungete  anche il marsala.

Nella mia foto sono piattini per un catering per cui io l’ho presentato “scomposto” facendo uno spuntoncino di salsa con una sac à pôche, ma potete anche servirlo  affettato interamente ricoperto  della sua salsa. Per quello che mi riguarda questa ricetta la preferisco perché si usano molti meno grassi rispetto alla maionese e ha questo inconfondibile  nota del Marsala .

Grande piatto, grande il Piemonte e lasciatemelo dire: “evviva la cucina Italiana”!!!

 

Nessun commento presente

Ci dispiace, al momento non e’ possibile lasciare un commento.